Giovan Battista Grazioli

Cittadino illustre di Gargnano fu Giovan Battista Ignazio Grazioli (1746 - 1820) che nacque a Villavetro di Gargnano il 6 luglio 1746. Le notizie sulla sua vita sono pressoché nulle fino al suo trasferimento a Venezia, dove intende studiare musica a livello professionale. A Venezia, Grazioli fu valente allievo di Ferdinando Bertoni, che era organista presso la Cappella musicale di S. Marco. Il 2 marzo 1781, Bertoni ottenne una licenza di due anni e venne sostituito da Grazioli. Il 28 maggio 1782, alla morte di Domenico Bettoni, secondo organista, Grazioli venne nominato e assunto con tale incarico. Grazioli mantenne questa occupazione fino al 1785, quando, morto Baldassarre Galoppi, passò al primo organo. All'incirca del 1780 è la stampa di 12 Sonate per cembalo e di 6 Sonate da cembalo con violino obbligato. Oltre alle sonate per cembalo, Grazioli ha lasciato manoscritte circa 400 composizioni, per la quasi totalità conservate a Venezia. Si può affermare con certezza che scrivesse per l'uso liturgico pratico della Cappella; risulta infatti difficile pensare a una diversa destinazione della sua musica. Certo, una parte delle composizioni sacre può essere stata scritta su commissione. Grazioli muore di tisi a Venezia il 6 febbraio 1820. Nella frazione di Villavetro si  può tutt'oggi vedere la casa che fu dell'illustre musicista-compositore, in via G.B. Grazioli. Essa è riconoscibile anche per la targa che ne ricorda la nascita. Tratto da testi di Margherita Tomasi e Alberto Iesuè.

Associazione Turistica Gargnano
Piazzale Boldini, 2 - 25084 - GARGNANO (BS)- Lago di Garda
Tel / Fax 0365.791243 - info@gargnanosulgarda.it
P.I. 03321420980